MobilityHub-Ingo-Simone-Ballarati

L’opinione dell’Industry

Intervista a Simone Ballarati
Head of Marketing & Business Development di Ingo Group

L’opinione dell’Industry

Intervista a Simone Ballarati
Head of Marketing & Business Development di Ingo Group

Buongiorno Simone, potrebbe descriverci da vicino la realtà di INGO e i vostri servizi, nello specifico quelli dedicati al mondo automotive?
INGO Spa è un ”360° Solution Provider” che attraverso le sue soluzioni, i suoi prodotti ed i suoi servizi ha l’obiettivo di far evolvere le Customer Operations dei propri clienti al fine di generare Uex / Cex fluide ed efficienti. Ambiamo ad essere un punto di riferimento internazionale per tutte quelle aziende che puntano a sviluppare il proprio business in modo eccellente gestendo le Relazioni, l’unico asset che nel tempo non sarà mai obsoleto.
Nel campo automotive, grazie alla nostra divisione INGOAutomotive, offriamo varie soluzioni e servizi dedicati a Concessionarie e Case Costruttrici: Consulenza organizzativa, Xcally – Motion, Witiop, Videorelazione, Outsourcing di processo, Gestione processi di vendita remota di auto km zero e NLT.

Secondo lei, per un concessionario che ruolo ricopre e ricoprirà nel futuro il BDC?
Il BDC – e la sua futura evoluzione tecnologia – sarà l’asset più importante per il successo in un mercato che si spingerà fino a stravolgere l’attuale modello di business. I processi di vendita, al netto di ciò che vendiamo e della tecnologia attraverso cui vendiamo, saranno sempre finalizzati dalla volontà delle persone e le persone, al netto dei canali di relazione che utilizzano e delle tecnologie che gestiscono questi canali, finalizzano i loro acquisti solo se sono soddisfatte dell’esperienza relazionale che hanno vissuto. Il BDC ha e dovrà avere un ruolo sempre più determinante nel garantire esperienze fluide tra soggetti che hanno un interesse comune: la reciproca soddisfazione.

Nel mondo Automotive stanno cambiando anche i canali di contatto con i clienti?
Il Mercato Automotive sta iniziando un percorso di evoluzione molto interessante, cambiano i profili dei potenziali clienti, si moltiplicano i canali di interazione richiesti dagli utenti e soprattutto si complica il “meccanismo” di relazione: le aziende dovrebbero guardare oltre le loro abitudini ed iniziare ad accompagnare i clienti in tutte le fasi di acquisto rendendo le loro esperienze omnicanale altamente personalizzate. Ecco alcuni dati interessanti:

  • L’89% dei consumatori utilizza almeno un canale digitale per relazionarsi.
  • Il 69% dei clienti vuole interagire con le aziende attraverso il digitale.
  • Il 67% dei clienti non conclude un acquisto se insoddisfatto del supporto.

Come immagina il futuro della distribuzione automobilistica e con quali nuove tecnologie?
AI, Machine Learning, Omnicanalità, Robotica, IOT: questi alcuni dei frame sui quali evolverà il futuro anche nel settore Automotive. Il settore sta guardando alla “Mobilità as a Service” come la nuova frontiera (NBT, NLT, CAR SHARING..); con ogni probabilità nel prossimo futuro continuerà il processo di aggregazione degli attori del mercato e ci si concentrerà maggiormente sull’area consegna e service piuttosto che sulla vendita pura delle auto.

Prevediamo che l’Elettrico e la Guida Assistita incideranno sulle politiche di distribuzione dell’auto. Se nel medio termine questi due fattori incideranno poco sul modello di business, riteniamo che nel medio/lungo termine i Concessionari rivolgeranno la loro attenzione sulla vendita dei servizi di Infotainment, Edutainment ed Entertainment che potranno essere fruibili all’interno delle auto. Si venderanno sempre meno auto e si venderanno sempre più servizi che verranno erogati attraverso un nuovo canale di relazione, l’Auto appunto. Noi stiamo già lavorando in questa direzione!

Simone Ballarati
Head of Marketing & Business Development
simone.ballarati@ingogroup.it